PERSONE CON ALTERAZIONI DELLA PROPRIA FUNZIONALITA' MOTORIA

Le persone che presentano stati dolorosi tendono a muoversi meno perchè spesso il movimento diventa fonte di ulteriore dolore. Questo è certamente vero, così come è vero l'esatto contrario: i soggetti che avvertono dolore sono spesso persone che si muovono poco o che lo fanno male. Quindi, qualsiasi sia il punto di vista, è evidente come il movimento giochi un ruolo fondamentale sia nella genesi che nella risoluzione di tutti quegli stati dolorosi legati ad una cattiva gestione del movimento del proprio corpo. Per far fronte a questo circolo vizioso, occorre intervenire con uno specifico programma di recupero e ri-educazione che porti il soggetto a poter esprimere a pieno le proprie potenzialità fisiche nelle attività professionali, sportive, ludiche o nel tempo libero. In questo senso, il programma di lavoro viene elaborato e svolto seguendo le indicazioni di medici specialisti, e gli altri professionisti sanitari,  con i quali vige un rapporto di stretta e costante collaborazione.