Il concetto di QUALITA' applicato all'Esercizio Fisico

Dopo aver cercato di fare un’analisi essenziale del contesto di ‘cultura motoria’ nel quale ci troviamo immersi – se te lo sei perso, leggi l’articolo ‘La potenza è nulla senza il controllo' - è arrivato finalmente il momento di parlare del concetto di QUALITA’ applicata all’esercizio fisico.

O meglio…è arrivato il momento di raccontarvi cosa, secondo me, significa QUALITA’ applicata all’esercizio fisico.


Frequentemente gli addetti ai lavori (trainer, allenatori, tecnici) e gli stessi Atleti associano al concetto di QUALITA' la corretta tecnica esecutiva di un gesto motorio, che sia esso tipico della preparazione fisica (es. lo Squat) o che sia esso specifico di una disciplina sportiva (es. la corsa di fondo).

Tuttavia, quello che spesso dimentichiamo è che per apprendere e stabilizzare la corretta tecnica esecutiva di un esercizio o di un gesto sportivo specifico, ognuno di noi necessita di un adeguato BAGAGLIO di PRE-REQUISITI MOTORI che spesso risulta invece parziale, carente o comunque inadeguato, rappresentando un limite per la strutturazione tecnica del gesto stesso.

Pertanto, il concetto di QUALITA’ applicato al Movimento, andrebbe piuttosto correlato al concetto di PRE-REQUISITI.

E’ infatti attraverso un adeguato sviluppo dei PRE-REQUISITI che siamo in grado di apprendere la corretta tecnica esecutiva di un movimento.

La ‘semplice’ ripetizione di esercizi di tipo tecnico, se i pre-requisiti sono carenti, non sarà in grado di produrre i risultati che ci aspettiamo.

Cerchiamo di comprendere meglio questo concetto partendo dai due esempi citati precedentemente: lo Squat e la Corsa.

Per poter eseguire questi gesti in modo tecnicamente corretto e, conseguentemente, performante è necessario che il soggetto possegga un adeguato livello di MOBILITA’, STABILITA’, CONTROLLO MOTORIO DINAMICO come BAGAGLIO di BASE - solo per citare alcuni elementi -

Se questi PRE-REQUISITI sono indadeguati, il soggetto riuscirà comunque ad eseguire il gesto richiesto, ma lo farà evidenziando compensi e deficit che rappresenteranno un ‘adattamento’ del gesto tecnico alle proprie ‘carenze motorie’.

In queste immagini i soggetti stanno eseguendo uno Squat e stanno Correndo, ma COME lo stanno facendo?

Continuare a fare Squat o continuare a Correre in questo modo migliorerà la Qualità e l’Armonia di questi Movimenti? Evidentemente no…

Entrambi i soggetti ‘peccano’ nei PRE-REQUISITI.

Nel soggetto di sinistra è palese il deficit nella flessione dorsale della caviglia, così come nei soggetti di destra è altrettanto manifesta la deviazione verso l’interno (in valgo) delle ginocchia espressione di una mancanza di stabilità a livello del complesso coxo-lombo-pelvico (la zona centrale del corpo).

E’ possibile, oltre che probabile, che questi soggetti riescano ‘comunque’ a sollevare un bilanciere con 120 Kg o riescano ‘comunque’ a correre 30 o 40 Km…salvo arrivare ad un certo momento della propria vita a sperimentare un infortunio alle ginocchia o alla colonna lombare.


Troppo spesso nell’Allenamento si enfatizza il lavoro sulle Capacità CondizionaliForza e Resistenza per esempio – dimenticandosi, o lasciando comunque uno spazio ed un’attenzione troppo limitata ai PRE-REQUISITI.


I PRE-REQUISITI Motori -Mobilità, Stabilità, Controllo Motorio, Equilibrio, Schemi Posturali…- rappresentano le sub-unità funzionali del Movimento la cui corretta integrazione si manifesta nella QUALITA’ del Movimento.



Per gestire senza rischi la quantità è necessaria la QUALITA’...

...Altrimenti, prima o poi, pagheremo un prezzo !


Nel prossimo articolo rifletteremo sul rapporto tra QUALITA’ e quantità nell’esercizio fisico.


Memento Movere Semper



#movimento #qualità #prerequisiti #squat #corsa #eserciziofisico #sport #tecnica #bagagliomotorio #mobilità #stabilità #controllomotorio #equilibrio

Articoli recenti
Archivio 
Ricerca per tags
Non ci sono ancora tag.